facebook twitter instagram

Il servizio Vélib’

Tutto ciò che devi sapere sui nuovi Vélib’ in pochi minuti

Biciclette elettriche per accorciare le distanze

 Lo scopo del servizio Vélib’ Métropole è quello di facilitare lo sviluppo di nuove forme di mobilità sul territorio dell’Île-de-France, che vanno ad aggiungersi all'offerta di trasporti esistente. 

Grazie al 30% di biciclette elettriche, gli spostamenti sono diventati molto più semplici: gli utenti Vélib’ notano come le distanze si accorciano e possono andare in salita senza stancarsi. Dotate di un'autonomia di 50 km e di una velocità massima di 25 km/h, le biciclette elettriche rappresentano una vera e propria alternativa all'utilizzo di un veicolo personale inquinante.

 

A seconda dell'uso, il numero di queste biciclette elettriche potrà venire gradualmente aumentato. Si tratta di una delle maggiori risorse dei nuovi Vélib’: una bicicletta meccanica può essere trasformata in una bicicletta elettrica in meno di 30 minuti nell'officina!

Biciclette intelligenti e connesse per spostamenti più semplici

 La bicicletta elettrica non è l'unica innovazione tecnologica dei nuovi Vélib’. Tutte le biciclette dispongono anche di una V-Box integrata, per orientarsi meglio, e di una sicurezza rinforzata con il lucchetto per forcella.

 

La V-Box

 La V-Box è un dispositivo elettronico, incassato nel manubrio, che consente di accedere direttamente e rapidamente alla bicicletta. Si tratta di un dispositivo autonomo sul piano energetico, poiché si ricarica tramite dinamo. Comunica con la stazione attraverso un trasmettitore/ricevitore radio e può anche convogliare dei dati verso i sistemi informatici del servizio Vélib’.

 

Il lucchetto per forcella

Il lucchetto per forcella è un sistema di sicurezza brevettato. Comandato tramite la V-Box, il lucchetto per la forcella consente di mettere in sicurezza la bicicletta in due modi complementari.

Le stazioni, i punti nevralgici del dispositivo delle biciclette self-service

Un sistema unico di gestione della eccedenze

Il sistema di gestione delle eccedenze adottato con il nuovo Vélib’ Métropole è unico. La filosofia alla base di questo sistema (chiamato anche ""Park +"") è quella di: :

  • limitare i casi in cui un utente è impossibilitato a restituire la sua bicicletta poiché la sua stazione di arrivo è piena;
  • raddoppiare l'offerta di biciclette disponibili nelle stazioni più usate, prima dell'ora di punta mattutina.

 Smovengo è l'unico operatore ad aver testato questo sistema di gestione delle eccedenze in condizioni reali, a Helsinki. Configurabile e flessibile, la funzionalità "Park +" è emblematica della nuova generazione di biciclette self-service. 

 Si tratta di un sistema basato sulla possibilità di agganciare una bicicletta in senso contrario alternato tra altre due biciclette in una stazione piena. Le biciclette così agganciate sono al sicuro poiché legate da un cavo e protette da una serratura neiman che blocca il manubrio. In questo modo, la sede stradale viene occupata solo limitatamente all'area della stazione.

Un ecosistema che crea valore e posti di lavoro in Francia

 Nell'ambito dell'avvio del servizio Vélib’ Métropole, Smovengo ha mobilizzato una rete di oltre 100 sub-fornitori, di cui la gran parte francesi. Circa l'80% dell'IVA relativa alla produzione e l'assemblaggio delle biciclette viene versata in Francia.